logo Parafarmacia Duce

Eventi e Novità

Osservatorio Grana Padano: a Natale attenzione a consumo zuccheri

In tavola panettone, pandoro, cioccolato e dolci in genere
Roma, 4 dic. (askanews) – Si avvicinano le feste di Natale e il consumo di alimenti aumenta di circa il 30% e più dolci vuol dire più zuccheri. Il panettone tradizionale contiene 32 grammi di zucchero per ogni 100g; il pandoro classico 28 grammi di zucchero ogni 100 grammi; il cioccolato al latte 52 grammi di zucchero ogni 100g. Per di più gli italiani consumano, nel corso dell’anno, più zuccheri semplici rispetto a quanto raccomandato dalle autorità sanitarie. Lo sottolinea uno studio dell’Osservatorio Nutrizionale Grana Padano che ha valutato le abitudini alimentari di 5.400 adulti italiani (58% femmine, 42% maschi) e, in particolare, il consumo di dolciumi. Dallo studio emerge che l’energia introdotta quotidianamente derivata da zuccheri semplici (tra quelli naturalmente presenti negli alimenti e quelli aggiunti in preparazioni e bevande) corrisponde a circa il 20% mentre i LARN (Livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti ed energia per la popolazione italiana) raccomandano una quota inferiore al 15%. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità l’energia derivata dagli zuccheri aggiunti non dovrebbe superare il 10% dell’energia quotidiana, auspicando un’ulteriore riduzione al 5%. Questi i dolci preferiti dagli italiani, secondo il campione dell’Osservatorio: il 77% degli intervistati consuma frequentemente tiramisù, budini, torte farcite con crema, panna e cioccolato; il 57% consuma regolarmente merendine, brioches e croissant. Il gelato è il dolce preferito (solo il 13% del campione non lo consuma), mentre il cioccolato è per frequenza il dolce più consumato: il 7% degli intervistati tutti i giorni, il 16% da 2 a 4 volte a settimana; il 15%, invece, lo consuma una volta sola a settimana. Gli esperti dell’Osservatorio Nutrizionale Grana Padano raccomandano di leggere attentamente i valori nutrizionali specificati nelle etichette dei prodotti alimentari, nelle quali sono indicati sia i carboidrati (intesi come zuccheri contenuti naturalmente negli alimenti), sia gli zuccheri (intesi come zuccheri liberi, cioè aggiunti al preparato). Su questi ultimi va posta maggiore attenzione perché è soprattutto il loro consumo che deve essere moderato.
Fonte: askanews.it

Occhio al cuore: freddo intenso può essere ri...

Al via a Roma Congresso Società Italiana Cardiologia Roma, 14 dic. (askanews) – Occhio alla colonnina del mercurio se cuore e vasi non sono in perfetta forma: ogni volta che la...

Leggi la notizia

Gravidanza, Giorlandino: rivoluzione trapiant...

Il ginecologo: per superare infertilità assoluta fattore uterino Roma, 5 dic. (askanews) – “Il fatto che questa gravidanza sia stata ottenuta mediante un trapianto da una...

Leggi la notizia

Ricerca,un invertebrato marino racconta nostr...

Unipd: suo studio utile per capire come incrementare nostre difese Roma, 17 dic. (askanews) – Un minuscolo animale che popola le acque marine di bassa profondità, Botryllus schlosseri,...

Leggi la notizia

Tumore al seno, con immunoterapie più possibi...

Esperti a confronto su diagnostica e terapia Napoli, 24 nov. (askanews) – E’ una vera e propria rivoluzione quella annunciata da Michelino De Laurentiis (direttore della UOC Oncologia...

Leggi la notizia

Entro il 2025 oltre 1 mld fumatori. Siapav: s...

Oms: fumo causa 7 mln decessi l'anno Roma, 23 nov. (askanews) – La comunità scientifica internazionale è concorde nel ritenere il fumo quale principale fattore di rischio per...

Leggi la notizia

Neonatologi: nascono sempre meno bambini, all...

Mosca: numero nettamente inferiori alle morti, come in guerra Roma, 22 nov. (askanews) – “In Italia nascono sempre meno bambini, un numero nettamente inferiore rispetto ai decessi...

Leggi la notizia